Aggiornamento GDPR Kaspersky

In seguito all’entrata in vigore del nuovo regolamento UE per la protezione dei dati personali, alcuni clienti ci hanno chiesto riguardo ad una finestra che richiede l’aggiornamento di Kaspersky, chiedendoci se è legittimo e se devono procedere con l’aggiornamento.
Kaspersky ha effettivamente aggiornato le sue suite di sicurezza in modo da chiedere esplicitamente alcuni consensi previsti dal nuovo regolamento GDPR in fase di installazione, è pertanto sicuro scaricarlo seguendo il link nella finestra e scaricare l’aggiornamento.

Risolvere il problema di Office in portoghese

Da qualche tempo un aggiornamento di sistema ha reso l’interfaccia di Office parzialmente in lingua portoghese. Per risolvere il problema si può disinstallare l’aggiornamento KB4011086.

Per farlo è sufficiente aprire Windows Update e selezionare la voce “Aggiornamenti installati” dalla bara laterale. In alto a destra è presente una barra di ricerca, inserite KB4011086: il sistema filtrerà la visualizzazione mostrando l’aggiornamento incriminato. Selezionatelo e cliccate “Disinstalla”.

Arrivano i nuovi processori Intel i9

Con un paio di settimane di ritardo rispetto agli annunci, il processore Intel i9-7920X è arrivato sul mercato in questi giorni. Il nuovo membro della famiglia Core-X ha 12 core e 24 thread e una frequenza base a 2.9GHz  che si può spingere fino a 4.3GHz in Turbo clock (ma se si utilizza un solo core, la modalità Turbo clock consente di salire anche fino a 4.4GHz). Il prezzo, non proprio economico, si aggira sui 1150 euro in media.

La concorrenza naturalmente è agguerrita con AMD che propone i processori Ryzen Threadripper 1920X e 1950X, con 12 e 16 core fisici rispettivamente, che promettono ottime prestazioni a prezzi inferiori (circa 800 e 1000 euro).

La nuova gamma Intel si completerà con delle CPU da 14, 16 e 18 core Core i9-7940X, Core i9-7960X e Core i9-7980XE, che dovrebbero arrivare sul mercato il 25 settembre, sempre che non risentano del ritardo iniziale dell’i9-7920X.